News

Narra la storia che a Pontelandolfo, c’era una volta un ricco Barone, proprietario di molte masserie e tante terre coltivate, ma anche, in parte, tenute a pascolo d’armenti. Questo barone, amava il gioco. Nel tempo di carnevale era aduso ad andar per cantine ad ingaggiar partite di tressette con chiunque gli capitasse a dar la sfida…

Read More

Please follow and like us:
News

La nuova rubrica dedicata alle ricette tipiche Pontelandolfesi…

La raccolta dei Funghi Porcini è piacevole e rilassante, a dire dei tanti Pontelandolfesi che si dilettano, in sicurezza e nel rispetto delle regole a cercarli nei boschi nei periodi più opportuni !

Da questa peculiare attività, vista la collocazione geografica di Pontelandolfo, ne scaturisce una ricetta tipica … le deliziose tagliatelle (rigorosamente fatte in casa) ai funghi Porcini.

RICETTA: Tagliatelle ai funghi Porcini – dosi per quattro persone

Ingredienti Quantità
 Farina 500 g.
Uova n. 2
Olio extravergine di oliva 1 dl. e mezzo
Pomodori pelati 300 g.
Funghi porcini 500 g.
Aglio, prezzemolo, sale, acqua Quanto basta

Preparazione: Preparare la pasta: impastare la farina con l’acqua e due uova, lavorare l’impasto e,  dopo averlo steso, lasciare asciugare per un paio d’ore.

Tagliare poi la pasta a strisce non troppo lunghe e abbastanza larghe. Per la preparazione del sugo,  dopo aver messo in una padella olio e aglio tagliato a spicchi, aggiungere i pomodori  pelati e far cuocere per alcuni minuti; aggiungere i funghi  freschi, oppure lasciati essiccare al sole e poi  bagnati in acqua prima della cottura, salare e, a cottura quasi ultimata, aggiungere il prezzemolo tagliato finemente. Condire  le tagliatelle e servirle con del vino Falanghina o Aglianico del Sannio.

(ricetta tradizionale dall’archivio di Antimo Albini)

 

Please follow and like us:
News, Ricette

Anche quest’anno a Pontelandolfo ritorna l’evento culinario Cooking in the Kitchens of Pontelandolfo. Un corso di cucina dedicato ai turisti stranieri che non si svolge nelle cucine di un ristorante con cuochi professionisti, ma all’interno delle cucine di Pontelandolfo, dove i partecipanti hanno la possibilità di condividere una giornata in famiglia, condividendo il cibo, i sorrisi e il calore tipico delle case del Sud Italia. La promotrice Midge Guerrera, nata in America e trasferitasi a Pontelandolfo, grazie a questa idea, vuole far conoscere ai turisti stranieri quelle zone dell’Italia che non compaiono nelle riviste turistiche specializzate, e che pure hanno tantissimo da offrire in termini di ospitalità, cibo genuino, paesaggi e natura.

Read More

Please follow and like us:
News

La Contrada Acqua del Campo è famosa per una festa che ha origini molto antiche, detta dai pontelandolfesi la “festa della Montagna”. Si tratta della festa celebrata in onore della Madonna degli Angeli ogni seconda domenica del mese di settembre nella piccola Cappella di montagna dedicata a San Michele Arcangelo e fatta erigere intorno al 1860. Intorno a questi luoghi di incontaminata bellezza, si intrecciano storie e leggende narrate dai nonni ai nipoti e tramandate fino ai giorni nostri. Tra queste c’è un racconto in cui, la trasparenza delle acque cristalline del torrente Alente, si colora con il rosso del vino in una fusione simbolica tra innocenza e passione.
Si racconta che intorno al 1861 alcuni briganti si nascondessero sulle montagne di Pontelandolfo, accampati nelle grotte in prossimità della sorgente che alimenta il torrente Alente.

Read More

Please follow and like us:
News